About Me

Sono nata a Roma l’08.06.1980, all’01:25 del mattino precisamente… Ecco probabilmente la spiegazione del perché non riesca mai a prendere sonno presto!!

Era una bella domenica e a coccolarmi c’erano mamma e papà ed i miei adorati nonni che mi mancano tantissimo.
Appena nata mi hanno raccontato fossi davvero un mostriciattolo e a giudicare dalla foto che vi mostro, in effetti,non avevano tutti i torti!!

 

campetto

Che volesse un figlio maschio????

 

Fino al 1989 ho vissuto a Trigoria e in quegli anni c’eravamo davvero solo noi ed il mio amato centro Fulvio Bernardini a due passi da casa. La passione di mio padre per l’A.S. ROMA mi è stata chiaramente tramandata sin dalla più tenera età e resta ben radicata nella mia vita ancora ad oggi! Ricordo le figurine di Rudy Voeller e Giuseppe Giannini sul mio diario di scuola, la scritta vecchio CUCS e il tifo allo stadio a sventolare la mia mega bandiera giallorossa… Un calcio del quale ho un po’ nostalgia, nonostante il mio legame con la Roma resti invariato e inscindibile.

 

Nel 1993 arriva mio fratello Michael. Il dono più prezioso che i genitori possano fare ad un figlio. Grazie a mia madre e mio padre. Grazie per tutto quello che hanno fatto per me. Per essere sempre stati anche miei amici. Per avermi accolta nel loro abbraccio ogni volta che le vicende della vita mi hanno portata a bussare alla loro porta.

Nel 2007 incontro Daniele, l’uomo che 2 anni più tardi , mi farà diventare la mamma di Hermes: la gioia più grande che si possa ricevere. Il regalo dalla vita che ti rende la più fragile e la più forte nello stesso istante. L’infinito.

Sin da piccola ho sempre amato mettermi alla prova per vedere di cosa fossi capace e soprattutto se ne fossi capace! Danza classica, moderna, canto, ginnastica artistica, pallavolo, sfilate, shooting, aerobica e body building…. Crescendo non è che la situazione sia migliorata molto : a 17 studio ancora al liceo e lavoro con un’assicurazione. Per non togliere nulla a mio fratello ancora piccolo, era necessario per me essere indipendente. A 18 mi iscrivo all’università ed inizio a ballare in discoteca, Il mitico periodo di cubiste e cubisti dove conosco Domenica, mia compagna di viaggio tutt’ora!! A 20 anni esco di casa, vado a vivere fuori Roma e prendo un mutuo (con la lira ancora si poteva!!) e, mentre continuo a coltivare i miei sogni di un lavoro nel mondo dello spettacolo e studio, decido di imparare a fare la parrucchiera (impara il mestiere e metti da parte), leggo un cartello ed entro… Ma niente è per caso perché tra le clienti del negozio c’era Patrizia: quella che diventerà ed è ancora ad oggi la mia migliore amica.

Almeno sugli studi devo dire che ho sempre avuto le idee ben chiare e sin dalle elementari ho studiato lingue (inglese, francese, spagnolo, portoghese) senza perdere di vista mai la mia passione per moda, cinema, calcio e tv. Fondamentale per me è il binomio tra le due cose.

Senza cultura vai da nessuna parte. Qualsiasi sia la tua ambizione.

Ho terminato da poco gli studi in un’accademia cine televisiva di Roma per migliorare la mia preparazione artistica, seguendo corsi di dizione, doppiaggio, posa… Semplicemente per migliorarmi, anche se ,in realtà, mi accontento mai.

Ad oggi ho la grande fortuna di fare il lavoro che amo.

IMG_3173Da 5 anni sono spalla di Max Leggeri nella conduzione de “IL PROCESSO DEI TIFOSI” programma sportivo in onda su TeleRoma 56 ogni venerdì sera alle h 21:30.

Ho la mia rubrica sul sito gazzettagiallorossa.it,il mio marchio di abbigliamento e, quando mi capita la giusta occasione,corro sul set. pedrelli-tacchetti

Sono sempre stata un uragano, un’ allegra instancabile trottola umana , incapace di stare ferma e zitta, piena di difetti, esibizionista se vogliamo dirlo, e anche se maschero molto molto molto bene sono fermamente convinta di essere timida. Paradossalmente. Sarà la perenne lotta di una Gemelli ascendente Pesci? In fin dei conti sono 4 in una! Odio stare sola e gli amici occupano un posto primario nella mia esistenza. Quegli amici che, chiaramente, non solo prendono, ma anche danno. Quegli amici che si fanno cercare, ma che ti cercano anche. Una volta mi sforzavo di piacere al mondo intero, poi ho capito che era una missione impossibile far capire a tutti cosa ci fosse oltre la scocca e ho smesso di scalpitare. Ci ha pensato il tempo a darmi la lezione.

Nella mia vita, durante le mie esperienze ed i miei viaggi, ho conosciuto centinaia di persone ed imparato da loro. Molte le ho perse, ho accettato che le nostre strade si dividessero anche
senza capire il perché, ma tante mi sono vicine ancora oggi e
nuove se ne aggiungono giorno per giorno. Il fatto che queste rimaste si ricordino di me, mi scelgano e non mi lascino andare è per me una grande soddisfazione. Loro sono la prova esistente che valgo.

Sono caduta spesso, a volte anche rovinosamente, sono stata abbattuta quando già ero al suolo, ma il fatto che abbia sempre rialzato la testa ogni volta più forte di prima mi ha convinta del fatto che se si

DESIDERA L’IMPOSSIBILE, L’IMPOSSIBILE ACCADE.

E così sarà.